La persona come scienziato della sua Psiche

Ognuno di noi può immaginarsi come uno scienziato che fa ricerca sui propri processi psicologici. Un piccolo professore che osserva, scopre e cambia i suoi processi. Proprio come un ricercatore studia l’oggetto della sua materia, così ognuno di noi può studiare i propri processi psicologici e come questi lo limitino o possano liberarlo. Affinché questo si realizzi necessita di due supporti fondamentali: gli strumenti e il laboratorio. Gli strumenti nel nostro caso sono un modello teorico con cui poter osservare, comprendere e interpretare i propri processi. Il laboratorio è il contesto interpersonale che si crea nella “Relazione Terapeutica”. Uno dei modelli (Strumenti) che ritengo più utile a questo scopo è l’analisi transazionale di Eric Berne, un libro che vi consiglio è L’Analisi Transazionale: guida alla psicologia dei rapporti umani. Il laboratorio è la relazione con il proprio terapeuta caratterizzata da Franchezza, Rispetto, Genuinità, immediatezza ed empatia. Nessun scienziato potrebbe fare della buona ricerca senza strumenti e spazi adatti, se decidete di fare una psicoterapia dedicate del tempo alla scelta del professionista. Buona “Ricerca” a tutti.

Autore: Massimo

Psicologo, Specializzato in Psicoterapia Multimodale Integrata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *